Liceo Scientifico “Luigi Siciliani” - Catanzaro

PCTO (Alternanza S/L)

Visite: 3401

Si è vestita a festa la biblioteca della sede centrale lo scorso 29 maggio, per ospitare studenti, docenti e amici del Liceo ‘Siciliani’, a conclusione del Progetto di Alternanza scuola-Lavoro ‘Biblio’ - curato dalla prof. Teresa Anna Chiodo (tutor della scuola) e dalle d.sse Maria Ofelia Alati (tutor aziendale) e Marisa Gagliardi (esperto esterno), impiegate presso la Biblioteca Comunale ‘De Nobili’. Il progetto è partito dalla radicata convinzione che, in quest'epoca caotica, soprattutto nella nostra terra maltrattata, sia necessario sensibilizzare e formare i giovani alla promozione della cultura e delle innumerevoli attività ad essa connesse, in funzione di una crescita umana e sociale del territorio e dei singoli.

Grazie al percorso di alternanza scuola-lavoro, gli studenti hanno avuto la possibilità di acquisire nozioni tecnico-pratiche di biblioteconomia e amministrazione, di confrontarsi con il mondo del lavoro e di imparare a lavorare in team, mettendo le proprie competenze al servizio di un obiettivo comune: il recupero della biblioteca d'istituto. Il Liceo 'L. Siciliani è dotato di due biblioteche, dislocate su entrambe le sedi - per un totale di circa 15.000 volumi; la biblioteca di via Turco è stata utilizzata come palestra di formazione per gli studenti della IV F, dopo un periodo di addestramento teorico-pratico realizzato presso la Biblioteca Comunale.

Il progetto si è concluso con la presentazione del lavoro da parte di quindici allievi della classe 4F

  • Maria Claudia D’Andrea e Domenico Macrì hanno introdotto gli interventi dei loro compagni. Matteo Paolino ha curato la presentazione del progetto, chiarendone gli obiettivi e le modalità di realizzazione (otto ore di stage formativo in Biblioteca comunale, trentotto ore di lavoro presso la biblioteca d’istituto, quattro ore di formazione sulla sicurezza, svolte on line).
  • Domenico Perri e Adriano Marani hanno raccontato la loro attività di riordino 'fisico' della biblioteca, soffermandosi sulla necessità di un criterio ben definito nella collocazione dei libri, tale da garantirne reperimento e conservazione.
  • Giuseppe Zerilli ha spiegato le fasi di acquisizione del libro, partendo dalla registrazione in inventario.
  • Domenico Tartino, Francesco Viapiana e Raffaele Paonessa hanno svelato i segreti della catalogazione sul web, attraverso SEBINA Next, la piattaforma ufficiale del Servizio Bibliotecario Nazionale, a cui la biblioteca del ‘Siciliani’, assieme a non molte altre biblioteche scolastiche, appartiene.
  • Matteo Paolino, Enrico Pileggi e Andrea Mondilla hanno illustrato il patrimonio librario della biblioteca: circa ottomila volumi, che spaziano dalla Fisica alla Matematica e alle Scienze, dalla Filosofia alla Storia, dall’Arte alla letteratura classica e contemporanea, italiana e straniera. Interessanti sono state le proposte di ‘rivitalizzazione’ della biblioteca presentate da Priscilla Apa, Giuseppe Zerilli e Domenico Perri, che immaginano una biblioteca aperta alle iniziative più diverse (bookcrossing, laboratori di lettura, iniziative benefiche, bibliocineforum), centro vivo e pulsante delle attività del liceo.
  • Roberta Leonetti, Sofia Fidale ed Errico Macrì hanno, infine, a titolo esemplificativo, presentato un libro di A. Camilleri, 'La luna di carta', analizzandone le strutture portanti e mettendolo in relazione con l'omonimo film per la Tv.

Biblio2


Ospiti graditissimi sono stati il direttore della Biblioteca Comunale 'De Nobili', dr. Michele Marullo, la d.ssa Marisa Gagliardi, che ha svolto con perizia ed esperienza il ruolo di esperto esterno nell'ambito del progetto, la d.ssa Maria Teresa Stranieri, già direttrice della Biblioteca Comunale e amica storica del Liceo Siciliani, e la prof. Maria Schipani, fino allo scorso anno vicepreside indimenticabile del Liceo, oltre ad una rappresentanza significativa di docenti della scuola.

Un ringraziamento speciale è stato tributato a colei, che, con la straordinaria vitalità e l'intelligenza umana che da sempre la caratterizzano, ha saputo essere un modello per intere generazioni di studenti e di giovani docenti, formatisi sotto la sua ala protettrice: la prof. Elisa Stranieri, 'fondatrice' della biblioteca d'istituto - diretta fino al 2005, anno del suo pensionamento – che, con lei, ha trovato la sua dimensione più appropriata di polo di aggregazione culturale.

Il saluto finale della Dirigente, prof. Francesca Bianco, ha messo in evidenza l'importanza dei percorsi di alternanza scuola-lavoro, occasione formativa considerevole per tutti gli alunni del Liceo.

Il progetto 'Biblio' è solo il primo passo affinché la biblioteca torni ad essere il cuore della scuola, sede naturale di incontro, di scambio di conoscenze e di cultura attiva.
 

Biblio2

Link utili

Torna all'inizio del contenuto