Liceo Scientifico “Luigi Siciliani” - Catanzaro

M&R

Visite: 4315

Lo scorso 16 ottobre, presso la Sala Koch di Palazzo Madama, il nostro Francesco Colao (4C) è stato premiato dal presidente del Senato Piero Grasso, in occasione della Giornata delle Eccellenze, dedicata ai ragazzi che si sono distinti nelle Olimpiadi e nelle competizioni nazionali e internazionali dedicate alle discipline scolastiche. L’iniziativa, alla sua terza edizione, è promossa dal MIUR - Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale dell’Istruzione.

[ Articolo su Repubblica.it ]

Sono intervenuti anche il Presidente della VII Commissione Istruzione del Senato Andrea Marcucci, il Capo Dipartimento Istruzione Rosa De Pasquale, il Direttore Generale per gli Ordinamenti scolastici Carmela Palumbo, e personalità che si sono distinte nell’ambito tecnico, scientifico e culturale, tra cui lo scrittore Valerio Massimo Manfredi e l’esperto di robotica prof. Giorgio Metta.

Protagonisti della cerimonia 81 ragazzi di tutta Italia che si sono classificati nelle maggiori competizioni nazionali e internazionali (dalle più tradizionali come le Olimpiadi di Informatica, Filosofia, Fisica e Matematica, alle più recenti come quelle di Italiano, Lingue e Civiltà classiche, Matematica&Realtà), ma anche nelle Gare degli Istituti Tecnici e Professionali, organizzate in collaborazione con gli albi professionali per le discipline tecnico-pratiche. Competizioni che sono riconosciute nel programma annuale di promozione delle Eccellenze. Tra gli altri, anche i vincitori della medaglia di bronzo a Kazan 2015 nel nuoto sincronizzato, gli studenti-atleti Flamini, Minisini e Perrupato.

Tra i premiati della giornata, dicevamo, il nostro Francesco Colao della 4C, accompagnato dal prof. Giovanni Corrado. Colao è stato uno degli alunni “eccellenti” per aver vinto la gara Nazionale 2015 di Modellizzazione Matematica nell’ambito del progetto di innovazione didattica Matematica&Realtà, promosso dai proff.ri Primo Brandi e Anna Salvadori dell’Università degli Studi di Perugia, che promuove l'interazione dinamica tra mondo reale e mondo matematico come elemento chiave del processo di insegnamento-apprendimento. La competizione non è né un'eliminatoria olimpica, né una maratona una tantum, ma vuole essere un'opportunità per mettere in gioco le proprie competenze matematiche di base e promuovere un più corretto stile di vita in Matematica.

In sintonia con la Matematica per il cittadino e con le indicazioni ministriali (MIUR) per i nuovi curricula, in linea con le indagini INVALSI e OCSE-PISA, i quesiti proposti da Matematica&Realtà costituiscono un'elaborazione di modelli elementari di fenomeni della vita quotidiana che si propongono di stimolare i ragazzi ad utilizzare le conoscenze e le competenze matematiche acquisite a scuola, per orientarsi nella moderna società della conoscenza e gestire le proprie scelte in modo consapevole e attivo.

Il progetto, il cui referente per il Siciliani è il prof. Giovanni Corrado e che vede impegnati da otto anni anche i docenti del Liceo Siciliani Anna Alfieri, Nicola Chiriano e Concetta Gaccetta, vede ogni anno impegnati circa 200 alunni, dal primo al quinto anno, divisi in categorie diverse (primo biennio, secondo biennio e quinto anno), che alla fine del corso si cimentano in un test finale i cui vincitori partecipano alla gara nazionale che si svolge a Perugia nel mese di aprile. Tanti altri premi sono stati vinti dagli alunni del Siciliani negli anni passati e in varie competizioni, a riprova del fatto che il Liceo Siciliani sia al primo posto per la qualità della didattica (cfr indagine Eduscopio); è tuttavia la prima volta che un nostro allievo vince la competizione nazionale, entrando di diritto nell’albo delle Eccellenze Nazionali.

Tanti auguri, quindi a Francesco Colao, che ha accolto la splendida notizia pensando al suo futuro dicendo: «La mia più grande aspirazione è quella di lavorare nel campo della fisica teorica, ancora meglio se questa potesse essere associata anche all'insegnamento», con la speranza che, come tante eccellenze nazionali non debba trasferirsi all’estero per esprimere il suo talento.

 

Link utili

Torna all'inizio del contenuto